Хах, неожиданно оказались в Вероне. За прошлый год хорошо изучили город - ноги сами привели к его визитной карточке - мосту, который был римской дорогой. В связи с тем, что мы остановились в городке с «офигенной» транспортной системой - две станции электричек на 15 км и автобусом до них раз в час, то за сегодня нашагали рекордное расстояние - 30 км. Что ж, ноги ноют, но мы молодцы. :) Ps кстати, впервые мы посмотрели на солнечную Верону :) #huawei #huaweiphotography #huaweinova #mobilephoto #mobilephotography #italy #italia #verona #landscape #sunnyday #vscocam #vscopic #vsco #отпуск #Италия #Верона #veneto

@deed_san 0

“Wherever I am, I always find myself looking out the window wishing I was somewhere else.” #angelinajolie #huaweinextimage . . . . . #citizenwitness #huaweiphotography #smartphonephotography #leica #huaweiglobalseries #huawei #huaweiai #huaweiphotoseries #submissionsopen #quoteoftheday #outsidelookingin #community #photooftheday #huaweigram #shotonhuawei Photos by: Kim Regin Eugenio; Pushi Wuhua View our contest gallery and participate now! Visit: http://gallery.consumer.huawei.com/cn/GalleryCW.php to know more

"Safe Area Goradže è la storia di una città prossima a morire, ma anche di una comunità che muove i primi passi verso la vita" (Joe Sacco, aprile 2000) Joe Sacco, Goradže. Area Protetta, #paoreads2k17 Della Guerra in Bosnia ed Erzegovina ho qualche sbiadito ricordo di immagini viste al tg della sera, inconsapevole che a ora di cena sul mio televisore "andavano in scena" le immagini di quella che è stata la drammatica pulizia etnica, da parte dei serbi, dei bosniaci musulmani e, secondo i dati ONU, del più grande spostamento di persone in Europa dopo la Seconda Guerra Mondiale. Come scrive Joe Sacco nella sua prefazione "nelle città e negli invisibili villaggi della Bosnia dell'Est le forze serbe si sono accanite sui musulmani con la più brutale ferocia"; vergognoso è stato il tardivo e poco incisivo intervento dell'ONU, che ha portato alla creazione di tre aree protette in cui la popolazione islamica potesse trovare rifugio: Srebrenica (in cui i serbi avrebbero usato anche armi chimiche), Zepa e, appunto, Goradže, l'unica cittadina sopravvissuta all'azione dei serbi bosniaci contro i musulmani. Il racconto di Sacco, fatto con il suo stile "iperreale e deforme", è un racconto fatto di crude e terribili testimonianze, che dimostrano come in pochissimo tempo, a causa del nazionalismo e delle menzogne in suo nome diffuse, si sia distrutta una comunità che fino ad allora conviveva pacificamente. Come dice Hitchens nella sua introduzione, "Sacco si è espresso per mezzo di un'osservazione meticolosa che gli ha reso possibile chiarire la mancanza di intenzioni bellicose dei bosniaci verso i vicini", il suo racconto non giudica i serbi, non fa facile pietismo verso i bosniaci e "il disprezzo è riservato ai 'mediatori di pace', che temporeggiano, che se ne lavano le mani, che si parano il culo". Il racconto giornalistico di Sacco è duro e faticoso da leggere e sopportare perché, come già con Palestina, ci costringe a guardare con chiarezza e senza abbellimenti dove i nostri occhi e la nostra coscienza preferirebbero non sostare.

@pao986 5

Идешь на работу — темно как ночью, приходишь с работы темно как ночью... А в конце недели еще и время на "зимнее" переводим . . . . . . . . #odessa_doors_and_windows #мобильноефото #окнадверимания #windowsaroundtheworld #atmosphereofodessa #huaweiphotography #okoe #instaodessa #Одесса #архитектураодессы #architecture #odessagram #odessablog #odessa #odessaphoto #insta_odessa #odessaworlds #taki_odessa